Tightliner: la tecnica per eyeliner che valorizza gli occhi

Monica

La tightliner è la nuova tecnica per truccare gli occhi. In questo articolo il tutorial per sperimentare questo make up occhi sul tuo viso.

La tightliner è una tecnica conosciuta col nome di eyeliner invisibile, ossia il sottolineare la linea interna dell’occhio sulla palpebra superiore, in modo da arricchire l’intensità dello sguardo.

Contrariamente a quello che pensano la maggior parte delle persone, la tightliner serve per rendere più spesso e corposo il contorno occhi e non per ingrandire l’occhio.

Riempiendo la linea interna della palpebra superiore, effettivamente si ispessisce lo sguardo e lo si rende più profondo.

Questa tecnica per eyeliner è molto semplice da realizzare, anche per chi non è molto pratico di make-up, e la si può sfruttare in ogni tipo di occasione, anche la più informale, quando si va a fare la spesa o si esce per andare a lavoro.

LEGGI ANCHE: Mascara semipermanente

Come fare una tightliner perfetta

Non tutti sanno che la tightliner si fa prima di iniziare a truccare l’occhio; questo perché altrimenti, se hai già steso sulla palpebra l’ombretto, nel momento in cui tocchi la palpebra per disegnare la rima interna dell’occhio, rischi di togliere il trucco e di sporcarti il viso. Dopo esserti quindi occupata della base e del fard, puoi passare ad occuparti della tightliner.

Procurati una matita khôl perché è formulata specificatamente per disegnare la parte interna dell’occhio. Se al momento non disponi di una matita specifica per sottolineare la rima interna, puoi utilizzare anche la matita occhi, a patto che sia quella nella formula ‘3 in 1’.

Assicurati inoltre che il prodotto che utilizzerai sia perfettamente pulito, per evitare infezioni ed eventuali congiuntiviti. L’occhio è un punto molto delicato e il make-up che lo interessa deve essere sempre realizzato utilizzando prodotti di prima qualità, realizzati con ingredienti poco aggressivi e  preferibilmente di origine naturale.

Per fare una tightliner perfetta, procedi come segue:

  1. Mentre con una mano sollevi la palpebra in modo da vedere la linea interna dell’occhio, con l’altra passaci sopra il khôl;
  2. Una volta finito con la linea interna superiore, passa alla linea inferiore, molto più semplice da colorare.

La scelta dei prodotti

La scelta dei prodotti da utilizzare per una tightliner che non provochi alcuna reazione allergica o addirittura infezione, è molto delicata.

Come abbiamo già accennato, è consigliabile acquistare una matita khôl, ossia una matita formulata esclusivamente per sottolineare la rima interna dell’occhio; costa un po’ in più ma sarai ripagata con un prodotto sicuro e che durerà per mesi.

I marchi che commercializzano matite khôl sono numerosissimi, ma non tutte sono uguali. Preferisci le matite morbide che disegnano la rima interna in modo semplice e solo con una passata, perché le matite con una formulazione più secca potrebbero graffiare la parte interna della palpebra e provocare escoriazioni e dolore. Ultimo consiglio, diffida sempre dai prodotti a basso costo.

Come scegliere il colore più adatto

Ci sono diverse tonalità di khôl e non tutte stanno bene con il colore dei propri occhi, in genere chi ha gli occhi scuri può permettersi le nuance più disparate; la matita color burro illumina lo sguardo e crea l’illusione di ingrandire l’occhio. Quella nera dà profondità allo sguardo, ma anche il blu elettrico o il verde sono colori che valorizzano ed intensificano la bellezza degli occhi.

LASCIA UN COMMENTO »