advertisement

Illuminante viso, quale scegliere e come usarlo

Luca

Cosa sono gli illuminanti, trucco che sta andando sempre più di moda: come sceglierli e quali risultano perfetti per il proprio incarnato

advertisement
Illuminante viso, quale scegliere e come usarlo
advertisement

Uno dei cosmetici considerati ‘must have’ da moltissime persone e presente in moltissime trousse per il make up è, senza alcun dubbio, l’illuminante viso. Che sia in polvere o in crema, l’illuminante è perfettamente adatto per chi preferisce dare un tocco in più al proprio volto, in quanto l’applicazione lo rende subito più vivace, estivo e fresco, dato che contorna il viso di lucentezza, donando brio ed eleganza al proprio make up. Ottimo per ogni momento della giornata, l’illuminante è perfetto in moltissimi colori, basta scegliere quello più adatto al proprio incarnato.

A cosa serve l’illuminante viso

Dopo una base viso, delicata e leggera per chi non ama esagerare con il make up, oppure accentuata e ben definita per chi, invece, necessita di coprire sgradevoli imperfezioni del viso, l’illuminante è perfetto se si desidera accentuare determinate zone del viso. Principalmente, questo cosmetico lo si applica sugli zigomi, sotto l’arcata sopracigliare, sul dorso e sulla punta del naso, sull’arco di cupido della bocca, sul mento e, perchè no, anche sul collo, o dove sporgono le clavicole. Esso mette in risalto la naturale bellezza dei propri lineamenti del volto, soprattutto in base al colore scelto e al proprio incarnato che fa da base. Bisogna prestare attenzione, però, a non confondere o sostituire la funzione dell’illuminante con altri prodotti. Per esempio, in commercio vi sono molti prodotti che si distinguono particolarmente per la loro caratteristica di possedere glitter al proprio interno o, più semplicemente, dal semplice fatto che quest’ultimi sono di un colore tendente al satinato o brillantinato: si può pensare, per esempio, ad una terra illuminante o ad un primer illuminante o, addirittura, a delle ciprie illuminanti o fondotinta illuminanti. In questo caso, se si decide di utilizzare questi prodotti per completare la propria base, l’illuminante sarebbe eccessivo e renderebbe la base viso molto pesante, dato che gli altri prodotti sono appositamente stati creati per donare una luminosità ed una radiosità totale al viso. L’illuminante, invece, illumina solo certe parti del volto, in modo super delicato, sempre se applicato con parsimonia e non in modo super esagerato.

Come applicare l’illuminante viso e creare punti luce

Dopo la creazione di una base viso, utilizzando i prodotti migliori per la propria tipologia di pelle e creato i punti di ombra per scolpire maggiormente il viso utilizzando la tecnica del contouring, è il momento di passare all’illuminante. Per applicarlo, è consigliabile utilizzare un pennello, dalle setole sintetiche se il prodotto che si possiede è cremoso o dalle setole naturali se, invece, è in polvere. Per facilitare l’applicazione, si possono anche usare i polpastrelli delle dita, passandoli delicatamente sulla zona interessata che si vuole illuminare e accentuare.

Quale tipo di illuminante usare

Prima di tutto è necessario conoscere le varie tipologie di illuminanti che sono disponibili in commercio. Vi sono gli illuminanti in crema, perfetti per essere spalmati con facilità e velocità e per avere un effetto finale più delicato e naturale di luminosità, ma meno per la loro durata sul viso; gli illuminanti in polvere, invece, durano di più, ma tendono a mettere maggiormente in risalto le varie imperfezioni del viso, se presenti, e fanno notare ‘l’effetto artificiale’ dell’applicazione. Vi sono poi, da non sottovalutare, i vari finish del cosmetico: l’illuminante opaco è molto sobrio ma allo stesso tempo dona una certa eleganza al make up; è perfetto per essere applicato di giorno, infatti esso mette in risalto la zona dove verrà applicato, senza essere troppo eccessivo e pesante. L’illuminante brillante, invece, è più difficile da lavorare, in quanto è importante non eccedere, dunque è necessario dosare per bene la quantità che si decide di raccogliere con un apposito pennello a ventaglio o con una semplice spugnetta da trucco. Il sottotono del proprio volto, inoltre, non deve essere assolutamente sottovalutato. Per chi possiede, per l’appunto, un incarnato chiaro con sottotono rosa, un illuminante dalla tonalità fredda, come il bianco perlato o un grazioso rosa confetto è perfetto. Per chi, invece, possiede un incarnato chiaro con sottotono giallo, gli illuminanti caldi calzano a pennello, come per esempio il bianco dorato o l’elegante color champagne. Infine, le persone dalla carnagione più ambrata necessitano di un illuminante dal tono molto caldo, come il color caramello.

Gli illuminanti viso migliori

In commercio, le possibilità di acquistare illuminanti ottimi sono numerose, in quanto essi sono disponibili a diversi prezzi e marche. Freschi del 2018, Il marchio MAC, per esempio, ha sfoggiato in questi ultimi mesi una palette con tre fantastiche nuance, disponibili in due tipologie di colori: una palette dai toni rosati, chiamata Flash and Awe, che risulta perfetta per coloro che possiedono un incarnato chiaro e/o diafano ed una palette, invece, dai toni più tendenti al bronzo e all’oro, chiamata Get in Glowin, ottima per gli incarnati più scuri. Gli illuminanti mac delineano un’ottima palette per la texture che la caratterizza, ovvero molto scorrevole, delicata e dalla scelta cromatica versatile e super originale. L’illuminante kiko, un limited edition, è stato creato proprio per la festa di San Valentino: con il prodotto, nel pack, inserito all’interno di una dolcissima forma a cuore e impreziosito da un delicato aroma di vaniglia, esso risulta perfetto per chi non vuole un effetto visibile ed artificiale, pesante e poco leggero. Il prodotto, infatti, è stato appositamente studiato per avere una texture sottile e super delicata, proprio per creare il tanto amato effetto ‘seconda pelle’, impalpabile e super fine. Per un incarnato luminoso e scolpito, anche l’illuminante di Pupa è ottimo. In questo caso, il prodotto è stato creato in due diverse tipologie: la prima, in stick, con un morbido applicatore all’estremità per garantire maggior scorrevolezza e velocità di applicazione; il secondo, invece, è un illuminante cotto che combina tre delicate nuance di oro, perfette per una maggiore lucentezza sotto al sole; garantisce, inoltre, leggerezza e facilità nel prelievo del prodotto.

advertisement
advertisement