advertisement

Finger trap test: il nuovo test di bellezza che impazza sul web

Redazione 20 maggio 2014

il Finger trap test è nuovo metodo per stabilire se si è belli o brutti. Non ci credete? Provatelo.

advertisement
Finger trap test: il nuovo test di bellezza che impazza sul web

Da alcuni giorni sta spopolando sul web il Finger trap test, un’invenzione cinese per stabilire se il nostro volto risponde ai canoni di bellezza calcolandolo con un semplice dito.

Lanciato dal social network Wiebo, il noto sito orientale simile al nostro Facebook, ormai si è diffuso in tutto il mondo e molte sono le foto che impazzano sul web di uomini e donne che si sottopongono al test per stabilire se il proprio volto sia bello o brutto.

Cos’è e su cosa si basa il Finger trap test?

Finger trap test

Foto: fonte Flickr-Quinn Dombrowski

Il Finger trap test consiste nel posizionare il dito sul proprio volto a riprodurre il noto gesto che richiama al silenzio, quindi, dito che poggia su naso e mento.

Secondo i cinesi si definirebbe bella la persona le cui labbra, naso e mento, tocchino il dito. Se così non fosse, verrete classificati come “brutti”. Potrebbe sembrare ridicolo ma, questa teoria sembrerebbe avvallata da studi scientifici.

In realtà ciò che determina il Finger trap test non è tanto la bellezza di un viso quanto la sua armoniosità, la sua proporzione. Questo metodo di valutazione è detto 3.1 ed è quello utilizzato dai chirurghi plastici per le ricostruzioni facciali.

Si ritiene che riproducendo una linea perfetta ed immaginaria che collega naso e mento, la così detta Rickett’s E-line, il viso risulterebbe perfettamente simmetrico e bello, appunto.

Inutile dire che questa bizzarra teoria potrebbe far arricciare il naso a molti. Siamo sicuri che non può essere un dito a determinare se un volto sia bello oppure no.

Ma perché non divertirsi con il Finger test? Infondo potreste scoprire di essere “belli” e che questo sia stabilito da un test scientifico, o quasi. Provateci anche voi come centinaia di persone in tutto il mondo.

Foto in evidenza: fonte Flickr-Clara Rico

advertisement