advertisement

Ciuffo laterale o frangia, tutti i tagli e come farlo

Monica

Ciuffo laterale o frangia. Vediamo quali sono i tagli per avere un ciuffo laterale, quali sono le persone a cui sta bene la frangia. Come tagliare un ciuffo laterale e come asciugarlo.

advertisement
Ciuffo laterale o frangia, tutti i tagli e come farlo

Il ciuffo laterale può essere considerato come l’alleato perfetto per tutti i tagli: incornicia il volto, nasconde il difetto di fronti problematiche e ringiovanisce il viso. Esso inoltre può conferire a chi lo indossa un tono retrò, bon-ton o punk-rock a seconda delle personalità e lo styling che più ci si sente di sfoggiare. Per scoprire come realizzare e curare al meglio questo look non resta che continuare a leggere l’articolo.

A chi è adatto il ciuffo laterale

Il ciuffo laterale è un taglio che generalmente e fortunatamente sta bene a tutte e si adatta facilmente a tutte le tipologie di viso. E’ proprio questo che lo ha reso, da sempre, uno dei tagli più in voga non solo tra le giovanissime ma anche tra le donne più mature. Il ciuffo laterale, infatti, è un ottima soluzione per tutte quelle donne che vogliono cambiare look senza però stravolgere completamente la chioma, donando all’acconciatura quel tocco in più che può fare la differenza.

Questo taglio, dunque, rappresenta il giusto compromesso per chi non è ancora pronta a stravolgere completamente il proprio hair look ma non per questo deve rinunciare a dei piccoli cambiamenti. La frangia, ad esempio, pur essendo molto alla moda negli ultimi anni, non è adatta a tutti. Questo taglio non si adatta alle diverse tipologie di viso e in particolare è sconsigliato per le donne con volti allungati e/o con la fronte bassa. In questi casi e per tutte coloro che vorrebbero sfoggiare la frangia ma non possono permetterlo viene in soccorso lui: il ciuffo laterale. Come già detto questo taglio sta bene a tutti ed in particolare si addice a: visi ovali, donando una maggiore tridimensionalità al volto; a tutte coloro che hanno una fronte alta in quanto un po’ come la frangia mimetizza questa caratteristica; a tutte le donne con un viso allungato perché il taglio obliquo permette di rendere più squadrato l’insieme. Il ciuffo dona anche ai volti connotati da lineamenti marcati e squadrati in quanto esso va a restituire equilibro alle forme e ad ammorbidire i tratti.

I tagli con ciuffo laterale

Il ciuffo laterale è uno styling facile e versatile che può essere effettuato su tutti i tipi di tagli, in diverse varianti. Esso infatti movimenta una chioma liscia, rende più briosa una chioma mossa e, in caso di capelli ricci si consiglia un ciuffo di ispirazione afro, ossia più voluminoso verso l’alto. Il ciuffo laterale si sposa bene con i tagli corti, siano essi short bob o pixie cut, perché è sempre in grado di rende il look fresco, sbarazzino e sexy. In questo caso il ciuffo laterale può essere portato liscio o mosso, ma se volete un look al top bisogna optare per un effetto spettinato. Per i tagli lunghi, invece, il ciuffo laterale è un giusto compromesso per ravvivare e rendere armonioso il taglio, alleggerire l’acconciatura e donare volume ai capelli, donandogli il giusto movimento. Per tagli medi, infine, il ciuffo laterale è particolarmente adatto per i tagli scalati e dovrà essere realizzato in modo altrettanto scalato. Se invece il vostro taglio medio è marcato allora si consiglia un ciuffo corto e abbastanza regolare.

advertisement

Come tagliare il ciuffo laterale

Il taglio è fondamentale per la buona riuscita del cambio look. Se è vero che il ciuffo laterale è un taglio versatile, è pur vero che esso deve essere realizzato in modo attento, preciso e studiato a seconda delle diverse tipologie di volti al fine di valorizzarli al meglio. Generalmente i ciuffi sfilati e calibrati in base al perimetro della testa sono adattabili a tutti i visi. Nello specifico, poi, per le fronti alte e ampie si consiglia un ciuffo laterale che copra la fronte per metà, perché in questo modo va a bilanciare un viso allungato, sia esso stirato o mosso a seconda delle preferenze personali. In caso di fronti piccole e basse, invece, è meglio optare per ciuffi che tendono ad aprirsi verso un lato della testa, arrivando a sfiorare la tempia: in caso contrario, il viso potrebbe essere troppo coperto, quindi poco valorizzato. L’hair trend del 2018 ha incoronato il maxi ciuffo come taglio più realizzato dalle donne. Si tratta di un taglio che prevede una quantità maggiore di capelli concentrata su uno dei due lati del volto, destra o sinistra a seconda della comodità personali e delle preferenze. Questa sezione di capelli deve essere più corta del resto della chioma: si può scegliere di accorciarla in modo scalato tracciando una sorta di linea obliqua continuativa che percorra tutto il volto, oppure di lasciare che tutta la ciocca costituente il ciuffo abbia la stessa lunghezza, la quale risulterà sempre minore rispetto al resto della chioma.

Maxi ciuffo laterale

Il maxi ciuffo è ideale per chi non vuole rinunciare alla lunghezza dei suoi capelli ma allo stesso tempo desidera volume e movimento. Che i vostri capelli siano lisci o mossi, il maxi ciuffo può essere portato con qualsiasi haircut anche se nel 2018 predilige particolarmente quello scalato. Allo stesso tempo però se desiderate un ciuffo XXL ma avete capelli corti non dovete in alcun modo farvi scoraggiare: questo taglio sta bene anche a voi, anzi un ciuffo formato maxi con un bob è di ultra tendenza e risulta essere proprio il taglio più amato del 2017, molto in voga anche quest’anno. L’ideale è portarlo con uno styling wavy o, in alternativa, liscio ma leggermente scompigliato. Se, invece, desiderate un haircut elegante e classico, si consiglia un taglio corto caratterizzato da onde retrò per donare al vostro ciuffo XXL un fascino sensuale e senza tempo.

Come asciugare il ciuffo o la frangia laterale

Partendo dal presupposto che la piega del parrucchiere è difficile da eguagliare, con gli strumenti e i consigli giusti è comunque possibile dare al proprio ciuffo laterale quel volume e movimento desiderato con ottimi risultati. Si sconsiglia di utilizzare la piastra, se non in casi di estrema necessità, per evitare di danneggiare il capello mentre è opportuno avere a disposizione spazzola e phon. Si consiglia di utilizzare un prodotto prima dell’asciugatura e la scelta dipende dal tipo di capello ma l’importante è che sia termo protettore. Dopo di chè si passa all’asciugatura vera e propria, una tecnica è quella di asciugare il ciuffo dalla parte opposta a quella in cui lo volete: se volete il ciuffo sul lato destro, lo asciugherete tirandolo bene a sinistra e, solo una volta raffreddato, lo ribalterete sul lato destro. Si può infine lavorare il ciuffo con le mani dalla radice in modo da conferirgli un aspetto più naturale.

LASCIA UN COMMENTO »