advertisement

Supervenus: il video sui canoni di bellezza femminile che fa discutere

Monica 28 settembre 2015

Un video realizzato da Frédéric Doazan intitolato Supervénus denuncia i canoni di bellezza attuali femminili: un cortometraggio di 2 minuti con un finale che ci farà riflettere.

advertisement
Supervenus: il video sui canoni di bellezza femminile che fa discutere

Quali sono i canoni di bellezza femminile per far si che una donna si possa definire bella? Quali parametri deve rispettare il suo corpo, quali misure e rapporti ci devono essere tra occhi e naso, fianchi e petto? Fin dai tempi più remoti si è sempre cercati di dare una risposta a questo quesito; a seconda dei diversi contesti storici e geografici i canoni di bellezza femminili cambiano, si modifica, ritornano per poi cambiare di nuovo.

Un tempo in Europa, e ancora oggi in alcuni Paesi poveri, le forme femminili morbide e abbondanti erano sinonimo di ricchezza: solo le donne ricche potevano permettersi il lusso di non fare attività fisica, quindi di non lavorare, e di mangiare in abbondanza. Solo le donne del popolo e le contadine erano magre perché mangiavano poco e lavoravano molto.


Il video che vogliamo mostrarvi mette in risalto uno dei problemi della nostra società, e del nostro modo di pensare: il corpo della donna come icona di perfezione d’aggiustare, gonfiare, appiattire e levigare, un qualcosa che non appartiene più alla persona stessa ma va oltre.. l’importante è essere bella. Ma bella rispetto a quali parametri? Il vero responsabile è una società che definisce questi canoni di bellezza femminile solo per estremizzare un corpo modello di pubblicità e di vendite, o siamo noi che facciamo di tutto per seguire tali canoni?

Un video che fa discutere

Questo cortometraggio è stato realizzato da Frédéric Doazan, intitolato Supervénus denuncia i canoni di bellezza attuali femminili. Una donna d’altri tempi, un corpo qualunque e poi all’improvviso un bisturi. Inizia con piccoli accorgimenti, e per poi proseguire sempre più, delinea e modifica quel corpo per uniformarlo ai canoni di bellezza femminile moderni. Niente più grasso, niente fianchi larghi, le labbra si gonfiano, i capelli cambiano colore, gli zigomi s’innalzano e le gambe dopo vari trattamenti appaiono filiformi e senza curve. A voi la curiosità di vedere come andrà a finire.