advertisement

Unghie a mandorla: a chi sono indicate, come limarle e quali smalti usare

Monica

Quante sono le forme che possiamo dare alle unghie? Tonde, quadrate, ovale e a mandorla. Scopriamo attraverso dei semplici consigli e video tutorial come realizzare le unghie a mandorla.

advertisement
Unghie a mandorla: a chi sono indicate, come limarle e quali smalti usare

Tra le forme che possiamo realizzare per le nostre unghie ci sono le classiche unghie a mandorla, molto eleganti e raffinate, forse ancor di più delle unghie a punta.

Esse sono una variante delle unghie tonde ma in questo caso la forma dell’unghia somiglia molto a una mandorla, con una base larga e con la parte superiore stretta e a punta tondeggiante, particolarmente apprezzata dalle donne che da sole vogliono dare una forma perfetta alle loro mani.

Avere unghie immacolate e ben curate è una moda che travolge ragazze e donne di tutte le età che si recano periodicamente dall’estetista per realizzare una manicure sempre al top e tra le varie forme, è tra le più richieste, un vero e proprio ritorno negli anni ’50.

LEGGI ANCHE: Come fare una manicure fai-da-te

A chi sono indicate?

Le nostre unghie se lasciate crescere senza modellarle assumono una certa forma base, nel caso in cui vogliamo farle crescere dobbiamo tener conto di questi fattori per limarle correttamente.

Le unghie a mandorla per il loro stile retrò, sono adatte a coloro che hanno dita grosse e unghie medio lunghe: infatti questo stile fa apparire le dita più affusolate e sottili.

Al contrario la forma a mandorla non è adatta a unghie fragili o che si sfaldano, perché una volta limate tenderebbero a spezzarsi.

advertisement

Come limare le unghie a mandorla

Per ottenere questa forma non è complicato e con un po’ di pazienza puoi riuscirci anche da sola.

  1. Innanzitutto elimina tutto lo smalto e procurati una limetta grande. Per creare la forma della mandorla è sufficiente limare i due lati dell’unghia in modo che siano simmetrici;
  2. Effettua una buona manicure per avere una pelle curata e morbida e utilizza scrub, creme idratanti e olio d’argan da massaggiare quotidianamente sulle cuticole, abbassondole fino a eliminarle completamente;
  3. Per essere più precisa puoi tracciare con lo smalto un pallino o una righetta in corrispondenza del punto centrale che deve rimanere più lungo, ossia la “punta” della mandorla;
  4. Leviga le unghie solo se hai una buona lunghezza, poichè con le unghie corte corri il rischio che il lavoro non riesca bene, di rovinarle e quindi poi di doverle accorciarle tutte;
  5. Dopo la manicure applica una base rinforzante, uno smalto trasparente e poi lo smalto del colore desiderato;
  6. Completa con uno smalto lucido.

Quali smalti usare

Gli smalti più adatti per le unghie a mandorla sono i colori neutri come il beige, il tortora ed il rosa per un effetto semplice e sbarazzino, meglio ancora se glossati.

Si allo smalto rosso solo se portato con disinvoltura, bene anche le  french che allungano le unghie assottigliando le mani.

Assolutamente no agli smalti vivaci: troppo volgari e rendono le mani piene e goffe.