advertisement

Trucco anni ’50 e ’60: storia e tutorial

Monica

Vorresti assomigliare alle dive del cinema o alle pin-up di una volta? Eccoti dei semplici tutorial per truccarti come le dive degli anni ’50 o ’60.

advertisement

I make-up anni ’50 e ’60 sono forse i trucchi più amati e replicati della storia del make-up.

Le icone di bellezza che meglio rappresentavano questi stili furono Audrey Hepburn, Marilyn Monroe, Brigitte Bardot, Twiggy, l’attrice nostrana Sophia Loren e tante altre dive, in gran parte appartenenti al mondo del cinema.

Gli anni ’50

Paragonabile alle leggende senza tempo della moda come il tubino nero e i jeans, il make up anni ’50, detto anche trucco pin up spopolava tra donne giovani e meno giovani come perfetto mix di sensualità, semplicità e naturalezza.

Amato anche dalle donne che non amano truccarsi, il trucco anni ’50 è facile semplice e veloce da fare anche per coloro che sanno maneggiare poco pennelli, ombretti e matite, vi occorreranno solo:

  • eyeliner nero (in matita o liquido):
  • rossetto o un lucidalabbra, purchè sia di colore rosso;
  • ombretto in polvere bianco o color crema;
  • ombretto beije scuro o color tortora;
  • fondotinta ad alta coprenza e poco pigmentata;
  • terra non troppo scura;
  • mascara nero;
  • blush.

Procedimento:

  • Applicare la base su tutto il viso, utilizzando un fondotinta poco pigmentato (meno luminoso) e creare zone d’ombra con l’aiuto di una terra che dovrà essere applicata sulle estremità del volto (tempie e zigomi);
  • Con un pennello piccolo ma con punta larga, applicare l’ombretto in polvere bianco (o color crema ) su tutto l’occhio (cioè palpebra fissa e palpebra mobile);
  • Con un pennello più piccolo applicare l’ombretto in polvere di colore beije scuro ( o tortora) tra la palpebra fissa e la palpebra mobile (precisamente nella piega dell’occhio), l’importare è partire sempre dall’angolo esterno dell’occhio andando verso l’interno;
  • Questa forse è l’operazione più importante: partendo da metà palpebra mobile con mano ferma tracciare una striscia di eyeliner verso l esterno dell’occhio per poi tracciarne una seconda (ricalcando la prima) ma partendo dall’angolo interno dell’occhio fino ad arrivare all’esterno assottigliando sempre di più la striscia in modo da ottenere ad ottenere una codina che va all’insù;
  • Se avete utilizzato l’eyeliner liquido aspettate 2 minuti per far sì che quest’ultimo si asciughi per poi procedere con l applicazione del mascara;
  • Per le guance, applicare un po’ di blush con l’auto di un pennello a punta morbida e grande.
  • Infine, applicare il rossetto o il lucidalabbra rigorosamente di colore rosso.

Infine se avete labbra molto sottili, marcate i contorni delle labbra con una matita di colore rosso per poi applicare il rossetto o il lucidalabbra.

Gli anni ’60

La grandezza di questo periodo storico si notava fin dalle strade, tappezzate di cartelloni pubblicitari basati soprattutto su uno stile volutamente eccessivo. In questo contesto ha trovato terreno fertile il make-up anni ’60.

trucchi anni ’60 sono stati fondamentali perché hanno gettato le basi per le generazioni successive: dalle frangette in primissimo piano all’utilizzo sfrenato degli eye-liner, dalle labbra dai mille colori al caratteristico trucco figlia dei fiori, diverse icone si sono messe in mostra e sono rimaste in auge fino ai giorni nostri, come ad esempio le già citate Brigitte Bardot e Audrey Hepburn.

advertisement

Il make-up degli anni ’60 non è così semplice da mettere in pratica tramite tutorial, bisogna seguire alcuni dettami, senza però smettere di lasciare libero sfogo alla propria fantasia. Le vie dello stile sono pressoché infinite e l’obiettivo della donna è quello di essere provocante ma al tempo stesso intrisa di ironia.

Esso era caratterizzato dall’utilizzo di indumenti succinti e persino scandalosi per quell’epoca. Tra questi, si segnalano le tanto amate minigonne e i pantaloni a vita alta, anche se non mancavano i modelli più bassi che facevano vedere l’ombelico ad orde di uomini entusiasti.

Trucco occhi anni ’60

Ma il make up degli anni ’60 si concentrava in maniera evidente sugli occhi, con un utilizzo cospicuo dei colori primari che mettevano in evidenza sguardi davvero meravigliosi. Grazie ad una gestione corretta del chiaroscuro, gli occhi sembravano ingranditi anche in misura abbastanza sostanziosa.

Ancora oggi, il make up anni 60 tutorial è molto seguito ed apprezzato dalle donne che intendono rafforzare il proprio stile e porsi sempre al centro dell’attenzione con la loro grazia. I richiami ad un periodo storico indimenticabile si notano anche nei giorni nostri, con la tecnica del contorno occhi ripresa da artiste del calibro di Adele e Lana Del Rey e tante altre ancora.

Tutto ciò era dovuto soprattutto alle tecniche mostrate e descritte dalla modella britannica Twiggy. Il Twiggy make up era incentrato su un utilizzo molto frequente dell’eye-liner sia sulle ciglia superiori che su quelle inferiori, ingrandendo gli occhi in maniera evidente e volutamente pomposa. Gli eccessi di questo make-up sono arrivati fino ai giorni nostri e negli ultimi anni sono sicuramente tra i più apprezzati in assoluto.

Il caratteristico trucco occhi della ex supermodella inglese Twiggy, alias Lesley Hornby (fonte: instagram)

Il caratteristico trucco occhi della ex supermodella inglese Twiggy, alias Lesley Hornby (fonte: instagram)

Trucco anni 60 tutorial

Con alcuni semplici strumenti si possono compiere autentici miracoli, ecco come:

  • Utilizzate un un eye-liner nero e un fondotinta non troppo luminoso, quest’ultimopuò essere diffuso per tutto il viso;
  • Applicate dell’ombretto, quest’ultimo preferibilmente di colore beige;
  • Si possono tracciare quindi due strisce di eye-liner dal mezzo della palpebra fino all’esterno, per poi applicare il mascara;
  • Applicate del blush, del rossetto o il lucidalabbra, sempre di colore rosso.
advertisement